Per info e prenotazioni: 0785 86207 - 340 5759455 info@idolcidiborore.it

Vorrei descrivere le mie impressioni, sono stato contattato per avere qualche suggerimento e dopo un appuntamento ho potuto conoscere Mariantonietta, la titolare del laboratorio dolciario I Dolci di Borore.
Nello spazio destinato al pubblico non mi hanno stupito solo le bella vetrine così come i dolci esposti quasi come preziosi gioielli, la persona questa si, avrei detto che ero ripiombato nel passato tanta la gentilezza e la semplicità che ne sono rimasto colpito.
Lo stesso animo è riposto nella sua grande passione e professione “leggibile” in ogni piccolo dettaglio delle sue creazioni, questo è ciò che si vede ma a gustare questi dolci si percepisce che sono fatti con la massima dedizione.
Mariantonietta mi fa accedere in un’area annessa al laboratorio e nel passare non posso fare a meno di notare delle collaboratrici intente in accurate preparazioni, chi inserisce nella base del dolce la pasta di mandorle, chi adagia e stende la glassa e chi decora come un dipinto sopra un dolce già glassato.
Tutte e tre le donne sedute intorno ad un basso tavolo di legno chiaro che mi hanno fatto pensare subito ai vecchi tavoli presenti in ogni famiglia Sarda dove si preparava la pasta o in qualche rara occasione i dolci.
La scena è quella che scuote l’animo e ti fa pensare che non ci sono solo catene di montaggio e stampi che sfornano centinaia di “dolcetti” al giorno…
L’incontro è stato più che bello e costruttivo sia per il punto di vista espresso da Mariantonietta che non ne vuole proprio sapere della grande distribuzione a discapito della qualità, 34 anni di attività nel settore l’anno portata a vivere sin da bambina una realtà locale dove si privilegia la qualità e non il mero costo o il packaging del prodotto.
Mi dice che l’immagine e la cura dei dettagli è fondamentale ma sempre e solo se accompagnata da equivalente qualità del prodotto.

In una società fatta di immagine non ci si può accontentare solo di questa ma serve anche un contenuto di qualità.

La Tradizione

Mia madre, Carmina Medde, iniziò la sua attività dolciaria 27 anni fa, fin da piccola ho vissuto tra le mandorle, lo zucchero la farina e il profumo di dolci appena sfornati. All’età di 23 anni divenni la titolare dell’azienda. L’inizio non fu facile nonostante la costante presenza di mia madre.

Ho iniziato o meglio, continuato, l’attività di pasticcera sognando di far conoscere i miei “dolci di Borore” a tutta la Sardegna e… al resto del mondo. Borore ha una radicata tradizione nella produzione di dolci di mandorle e sogno di far conoscere la qualità, la tradizione, a bontà, la genuinità.

La genuinità ed il rispetto della tradizione è il primo principio su cui si basa la mia attività, per questo nella mia pasticceria trovano posto soltanto materie prime di prima qualità; non sono mai entrati ne mai entreranno impasti pre-preparati, aromi di dubbia provenienza; giusto per rendere l’idea nella mia pasticceria si grattugia il limone a mano!

Ogni dolce viene preparato a mano uno per uno…. L’unica innovazione che ho introdotto nel mio laboratorio è il passaggio finale del processo produttivo: il confezionamento del singolo prodotto che oltre a mantenere più a lungo la fragranza garantisce l’igiene.

La tradizione dell’azienda familiare conosciuta con il nome di Carmina Medde è stata più volte esaltata in riviste non solo nazionali ma anche oltre oceano (Gurmet luglio 1992

Mariantonietta Muroni

Pin It on Pinterest

Share This